lunedì 24 febbraio 2014

Sarò fissato, come persone a me care temono o come persone altrettanto a me care sostengono per cercare di delegittimarmi personalmente per delegittimare quanto sostengono, ma se insisto su alcune cose è perché le ritengo importanti. Essenziali. Fondamentali. Così come lo è la Santa Messa. Essendo la liturgia culmine e fonte (Sacrosanctum Concilium, 10 - così ho citato pure il Vaticano II e tutti sono felici e contenti -) dell’azione della Chiesa e la Santa Messa è la più efficace ed importante delle liturgie possibili, è quantomeno necessario capire di cosa si tratta. Certo non si pretende di esaurire il mistero che le è proprio, ma quantomeno di sgombrare il campo da pesanti ed errati convincimenti e avvicinarsi il più possibile alla comprensione. Non sono un ingegnere elettronico e non so nei dettagli come funziona il telecomando, ma so che esso non serve per pulire i pavimenti e che, se indirizzato verso l’apparecchio che comanda, mi permette determinate funzioni. Paragone pessimo e irrispettoso ma chiarificatore di cosa intendo.
Ho così deciso di prendere in mano alcuni catechismi della Chiesa cattolica, di epoche diverse, e di confrontare cosa essi dicono in merito alla Santa Messa. Se il tempo, la pazienza e la volontà me lo permetteranno, probabilmente svolgerò questo interessante esercizio anche con altre importanti verità della fede cattolica.

[1566] - Catechismo Tridentino:
(§235) Resta da considerare l'Eucaristia come sacrificio. E così sarà completo quel che i pastori, a norma del
Concilio di Trento, dovranno conoscere e insegnare al popolo nelle domeniche e nelle altre festività (sess. 22, cap. 8). […] Insegneranno anzitutto che Cristo ha istituito l'Eucaristia per due ragioni: primo, per offrire all'anima un alimento celeste, che ne conservasse la vita spirituale; secondo, affinché la Chiesa avesse un sacrificio perpetuo, capace di soddisfare per i nostri peccati, e di piegare dall'ira alla misericordia, dalla severità di un giusto castigo alla clemenza il Padre celeste, spesso gravemente offeso dalle nostre iniquità.

[1905] - Catechismo san Pio X:
348. Che cos'è la santa Messa?
La santa Messa é il sacrificio del Corpo e del Sangue di Gesù Cristo che, sotto le specie del pane e del vino, si offre dal sacerdote a Dio sull'altare, in memoria e rinnovazione del sacrificio della Croce.
349. Il sacrificio della Messa è il sacrificio stesso della Croce?
Il sacrificio della Messa é il sacrificio stesso della Croce; solo c'è differenza nel modo di compierlo.
350. Che differenza c'è tra il sacrificio della Croce e quello della Messa?
Tra il sacrificio della Croce e quello della Messa c'è questa differenza, che Gesù Cristo, sulla Croce si sacrificò dando volontariamente il proprio Sangue, e meritò ogni grazia per noi; invece sull'altare Egli, senza spargere sangue, si sacrifica e si annienta misticamente pel ministero del sacerdote, e ci applica i meriti del sacrificio della Croce.

[2005] – Compendio del Catechismo della Chiesa cattolica:
271. Che cos'è l'Eucaristia?
1322-1323; 1409
È il sacrificio stesso del Corpo e del Sangue del Signore Gesù, che egli istituì per perpetuare nei secoli, fino al suo ritorno, il sacrificio della Croce, affidando così alla sua Chiesa il memoriale della sua Morte e Risurrezione. È il segno dell'unità, il vincolo della carità, il convito pasquale, nel quale si riceve Cristo, l'anima viene ricolmata di grazia e viene dato il pegno della vita eterna.

Aldilà del modo di esprimersi, è evidente che la verità sulla Santa Messa (non potrebbe essere diversamente), è sempre lo stesso. Ultima tappa di questo esercizio: come viene insegnata ai bambini la verità della Santa Messa? Ovviamente non viene dato in mano il Catechismo della Chiesa Cattolica, ma meno ovviamente, non viene nemmeno fatto un insegnamento fondato sul suddetto catechismo; il motivo risiede nella scelta d rinunciare totalmente ad ogni sorta di insegnamento dottrinario, in favore di un insegnamento esperienziale (non chiedetemi come si insegna l’esperienza di una cosa perché ancora non l’ho capito). Ed ecco il risultato:


Movimento Ecumenico Giovanile Pescara:













Disegni da colorare:


                








Parrocchia san Domenico Savio (Asti):



                
















Qumran2.net:
















Ora potrei scrivere righe e righe di fuoco contro costoro. Ma farei un fatica inutile, anche perché non servirebbe a nulla, le autorità ecclesiastiche premiano questi disegni non l’insegnamento del Catechismo. Per chi legge questo inutile blog sappia almeno che cosa crede la Chiesa cattolica, aldilà che a ricordarvelo sia un cretino come me piuttosto che, purtroppo, un autorevole prete o vescovo. Si può scegliere di non essere cattolici e credere che la Messa sia un festa tra amici; si può scegliere di non essere cattolici e credere che la Messa sia qualcosa da inventare o modellare sulle esigenze della comunità che vi partecipa; si può scegliere di non essere cattolici e credere che la Messa sia un ricordo dell’Ultima Cena di Gesù; si può scegliere di non essere cattolici e pensare che la Messa sia una cosa inutile. Fate come vi pare. Ma se siete cattolici sapete cosa dovete credere. Non chiedetemi perché per sapere cosa crede la Chiesa cattolica dovete azzardare a fidarvi di un insignificante blogger e non del vostro parroco o prete che vi fa catechismo, perché è uno scandalo che personalmente non sono ancora riuscito a spiegarmi.